La sclerosi multipla potrebbe nascere nell’intestino. A indicare la nuova ‘pista’ è uno studio dell’Irccs ospedale San Raffaele di Milano, che svela un possibile ruolo chiave del microbiota nell’origine della malattia neurologica. Il lavoro, finanziato dall’Aism (Associazione italiana sclerosi multipla) e dalla sua Fondazione Fism, è pubblicato su ‘Science Advances‘ e ha scoperto un legame tra l’anomalia della flora batterica intestinale, l’attività del sistema immunitario e l’andamento della patologia.